Notizie storico-artistiche

  

La biblioteca comunale è ubicata nella struttura polifunzione della Torre dell’Orologio. Originariamente, la costruzione di tale edificio, iniziata intorno al XVIII secolo, prevedeva la realizzazione della Chiesa di San Rocco, invocato contro le pestilenze e protettore dei pellegrini.

Gianstefano Remondini, nella sua opera del 1747 Della Nolana Ecclesiastica Storia scriveva di una sontuosa chiesa, ornata di finissimi stucchi e altari in marmo policromo, che era in costruzione nei primi anni del Settecento. Nella Santa Visita del 1751 la Chiesa di San Rocco veniva menzionata come «diruta, nunc reperta fuit sub restauratione» (ridotta a rudere).

L’edificio religioso nel Catasto Onciario del 1753 risultava di patronato dell’Università e possedeva una rendita talmente misera da far supporre che non fosse consacrato, avvalorando la tradizione che riterrebbe la chiesa come mai ultimata. Salvatore Cantone supponeva, in contrasto col Remondini, che la costruzione della chiesa fosse stata lo scioglimento, ritardato, di un voto fatto a san Rocco in occasione di qualche epidemia, probabilmente la pestilenza che si diffuse a Pomigliano nel 1656.

Proprio per questa chiesa, che si andava costruendo in quegli anni, fu commissionata la statua del santo, risalente all’inizio del XVIII secolo, oggi custodita nella chiesa madre di San Felice in Pincis.

L’edificio ebbe numerose e diversificate destinazioni d’uso: prima venne utilizzato come cimitero dei poveri; poi, il 4 novembre del 1818, il decurionato di Pomigliano decise di adibire la chiesa a forno pubblico e, successivamente, nella metà del secolo scorso, fu adibito a cinematografo, a scuola pubblica e ad uffici comunali.

Nel 1844 la chiesa fu sopraelevata a mo’ di torre e vi fu posto l’orologio pubblico, asportato dalla facciata della vicina chiesa di San Felice in Pincis, spendendo per la macchina 1450 ducati e altri 700 ducati per la scala in fabbrica. Il progetto fu affidato all’architetto Tommaso Sarto, sostituito nel 1846 dall’architetto Achille Catalano mentre i lavori furono commissionati all’appaltatore Giuseppe Malfitano; ma poiché il meccanismo del vecchio orologio versava in cattive condizioni, nel 1846 si preferì utilizzarne uno nuovo che Nicola Romano acquistò dall’orologiaio Giuseppe Escoffier per 450 ducati.

La torre con la sua svettante mole si configura come uno degli edifici più rappresentativi della Città di Pomigliano. Lo slancio dell’attuale edificio verso l’alto è equilibrato dalla suddivisione orizzontale in tre ordini: quello inferiore è a bugnato gentile, interrotto soltanto dal portale con l’elegante cornice in piperno e dal balcone pensile sovrastato dalla cornice marcapiano, il cui aggetto pronunciato crea un accentuato plasticismo chiaroscurale. La fascia intermedia è caratterizzata dalla meridiana solare, il cui liscio quadrante, contornato da una cornice profilata, si staglia al centro del bugnato. La parte superiore è certamente la più elegante e aggraziata fra le tre; essa si eleva su una seconda cornice marcapiano, affiancata da due volute di gusto tardo roccocò che costituiscono l’elemento di raccordo tra la cornice sottostante e le due lesene angolari che la ornano. Al centro si staglia un grande orologio circolare, incastonato in una spessa cornice e messo in risalto dalla superficie perfettamente liscia del piano d’appoggio. Tutta la costruzione termina con una trabeazione sormontata da altre due piccole volute, che affiancano la struttura in ferro battuto, sostegno delle due piccole campane.

La Torre, nella parte corrispondente all’antica chiesa, si presenta su due livelli con pianta rettangolare e ambienti voltati a botte. L’accesso alla chiesa coincide con l’attuale portale su Corso Vittorio Emanuele, costituendo la testata d’angolo tra le vie Napoli e Borgo Pacciano. Oggi il piano terra ospita un’Aula Magna e presenta una copertura piana in cemento e travi in acciaio; possiede una configurazione longitudinale data dalla successione di quattro campate separate da archi a sesto ribassato, superstiti delle antiche mura perimetrali. Il piano superiore dell’originaria chiesa attualmente ospita l’aula consultazione e di lettura della biblioteca. Dell’originaria aula liturgica sopravvive la copertura con volte a botte, scandita in tre ampie campate mediante archi a sesto ribassato. La volta è decorata con cornici modanate in stucco; la campata centrale presenta sulle pareti due archi a sesto ribassato ciechi, in corrispondenza dei quali si aprono sulla volta due lunette ad unghia. Sulla parete di fondo è presente una finestra per l’accesso ad un piccolo balcone che affaccia sulla piazza antistante, probabilmente l’originaria apertura decorativa presente sul portale della chiesa.

Attualmente l’edificio è sede della Biblioteca Comunale, di corsi universitari, di corsi di formazione professionale, insieme a corsi di alfabetizzazione informatica e di lingue straniere, seminari, convegni e congressi.

Bibliografia

Archivio di Stato di Napoli. Catasto Onciario, Volume delle Chiese e dei Benefici […] Pomigliano d’Arco, vol. 96, 1742, ff. 49-50.
Archivio Storico Diocesano di Nola. Fondo Sante Visite, fald. 1706-1784, fasc. 2 (1751), Terra Pomiliani Arcorum, f. 73.
Basile, Giovanni. Concorso Borsa di Studio “Luigi De Falco: Anno scolastico 2005/06, Elaborati premiati ; a cura di Giovanni Basile. Pomigliano d’Arco, Biblioteca comunale, 2006, p. 20.
Basile, Giovanni – Esposito, Annunziata. Storia di Pomigliano d’Arco dalle origini ai giorni nostri : Catalogo bibliografico ; impaginazione e grafica a cura di Giovanni Basile ; presentazione di Michele Caiazzo ; prefazione di Antonio Della Ratta. Collana di Studi Pomiglianesi, diretta da Giovanni Basile ; 1. Pomigliano d'Arco, Biblioteca comunale, 2009, pp. 238-241, figg. pp. 238-239.
Basile, Giovanni – Esposito, Annunziata. Pomigliano Sacra : Parrocchie – Chiese – Cappelle ; foto, impaginazione e grafica di Giovanni Basile ; presentazione di Monsignor Arcivescovo Beniamino Depalma vescovo di Nola. Collana di Studi Pomiglianesi, diretta da Giovanni Basile ; 2. Pomigliano d’Arco, Biblioteca comunale, 2010.
Caiazzo, Cherubino, padre agostiniano. Pomigliano nella sua storia di ieri e di oggi ; a cura di p. Caiazzo Cherubino agostiniano. 2 ed. migliorata e corretta con illustrazioni. Napoli, Tipografia Pietro Graziano, 1966, pp. 71, 168-169, fig. p. 71.
Caneschi, Renato. Pomigliano d’Arco : trasformazioni urbane e territoriali fino all’Unità d’Italia. Tesi di Laurea in Conservazione dei beni culturali, Insegnamento di Storia della città e del territorio in età moderna ; relatore Maria Raffaella Pessolano, correlatore Emilio Ricciardi. Napoli, Università “Suor Orsola Benincasa”, 2003, pp. 94, 118 note 25, 26 e 27, fig. p. 96.
Caneschi, Renato. Documenti di storia pomiglianese : le città, le strade, i monumenti ; prefazione di Mino Sibilio.Napoli, Università Popolare di Pomigliano d’Arco, 2006, pp. 47, 57 nota 114.
Cantone, Salvatore. Pomigliano d’Arco : notizie e ricerche storiche. Manoscritto a Pomigliano d’Arco tra 1906-1912, pp. 165-168.
Cantone, Salvatore. Una anonima relazione storica su Pomigliano d’Arco : pubblicata ora per la prima volta con note ed appendici da Salv. Cantone. [S.n.t.] Manoscritto a Pomigliano d’Arco nel 1914, pp. 69-70.
Cantone, Salvatore. Cenni storici di Pomigliano d’Arco : con 14 illustrazioni ; introduzione di Girolamo Sibilio ; prefazione di Luigi Di Monda. 2 ed. Napoli, Adriano Gallina Editore, 1984, pp. 103-105.
Comune di Pomigliano d’Arco. Assessorato alla Pubblica Istruzione ed alla Cultura. Pomigliano d’Arco tra immagini e storia : indagine visiva ; a cura delle classi IV-C e IV-D del Liceo Scientifico «C. Colombo» di Marigliano ; coordinate dalla prof.ssa Nicoletta Abate. Marigliano, Istituto Anselmi, 1987, p. 34, fig. p. 35.
Comune di Pomigliano d’Arco, Ufficio Tecnico. Progetto esecutivo di ristrutturazione Palazzo Montanino in ampliamento del Palazzo Orologio. Adattamento a Mediateca polifunzionale – Progetto impianti – Piante impianti termici. Pomigliano d’Arco, [s.d.].
Conoscere Pomigliano d’Arco : Periodico di informazioni di comune utilità ; direttore responsabile Salvatore Adorno ; introduzione di Raffaele Russo. Napoli, Selene edizioni, 1986, pp. 1-2.
Dugo Iasevoli, Vera. Ricostruzione storica culturale architettonica del comune di Pomigliano d’Arco ; a cura del Lions club di Pomigliano d’Arco, Distretto 108Y - Italy. Anno Sociale 1989-90. Service Nationale “Ama di più la tua città”. Ercolano, La buona stampa, 1990, pp. 15-16.
Dugo Iasevoli, Vera. Le strade di Pomigliano d’Arco ; consulenza e presentazione di Nicola Esposito ; prolusione di Raffaele Russo ; prefazione di Vincenzo D’Onofrio. Marigliano, Istituto Anselmi, 1992, pp. 14, 218-219.
Dugo Iasevoli, Vera. Guida storico-artistica di Pomigliano d’Arco : alla riscoperta del centro storico ; presentazione di Vincenzo D’Onofrio ; prefazione di Sergio Brancaccio. Marigliano, Istituto Anselmi, 1993, pp. 51-54.
Liceo Ginnasio Statale “Vittorio Imbriani”. Pomigliano d’Arco. Progetto “giovani 93” : Progetto generale “Star bene con le Istituzioni”. Progetto particolare “Noi e l’ambiente” ; a cura di Filomena Rinaldis, Preside ; classi impegnate II e III Liceo Sez. E ; docenti coordinatori Gabriella D’Antonio, Francesco Romano, Antonio Cassese. Pomigliano d’Arco, [s.n.], 1993, p. [30].
Pomigliano d’Arco : una città che guarda al futuro ; a cura di Francesco De Rosa ; prefazione di Michele Caiazzo. Napoli, Massa editore, 2002, pp. 29, 31, 97.
Remondini, Gianstefano. Della nolana ecclesiastica storia alla santità di nostro signore sommo regnante pontefice Benedetto 14. dedicata dal padre D. Gianstefano Remondini, 3 voll. Napoli, Giovanni Di Simone, 1747-1757, vol. 1, p. 312.

 

Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla